BENVENUTI, CHIUNQUE VOI SIATE

Se siete fautori del "politcally correct", se siete convinti che il mondo è davvero quello che vi hanno raccontato, se pensate di avere tutta la verità in tasca, se siete soliti riempirvi la bocca di concetti e categorie "democraticizzanti", sappiate che questo non è luogo adatto a Voi.

Se, invece, siete giunti alla conclusione che questo mondo infame vi prende in giro giorno dopo giorno, se avete finalmente capito che vi hanno riempito la testa di menzogne sin dalla più tenera età, se avete realizzato che il mondo, così come è, è destinato ad un lungo e triste declino, se siete convinti che è giunta l'ora di girare radicalmente pagina , allora siete nel posto giusto.
Troverete documenti,scritti, filmati, foto e quant'altro possa sostenervi in questa santa lotta contro tutti e tutto. Avrete anche la possibilità di scrivere i Vostri commenti, le Vostre impressioni, le Vostre Paure e le Vostre speranze.

Svegliamoci dal torpore perché possa venire una nuova alba, una nuova era!


domenica 15 gennaio 2012

CI RISIAMO: LA COMUNITA' EBRAICA MINACCIA

Pacifici, presidente della comunità ebraica italiana, intervenuto alla fiaccolata per le pietre della memoria, sbotta: "soggetti come lui non avranno vita facile". Il riferimento è a Iannone e a tutta Casa Pound Italia e, con essa, un mondo intero.
Come si permette il signore in questione di dire certe cose? Chi o cosa è lui per minacciare di rendere la vita impossibile a qualcuno? Come fa ad avere la certezza che le pietre della memoria siano state oltraggiate da Casa Pound o da qualsiasi altra organizzazione di ispirazione neofascista? A quale titolo invita le forze dell'ordine a "fare una radiografia di tutti i circoli, sia di destra che di sinistra, che fanno attività eversiva"?
Lasciatemelo dire: la faccenda puzza tremendamente di bruciato. Ci sono troppe cose che non tornano, troppe coincidenze sospette: Zippo che, da solo, avrebbe accoppato quattro ragazzi del P.D. e per questo viene arrestato ; Casseri che, (almeno apparentemente), impazzisce e si scaglia contro due senegalesi; un ex NAR gambizzato; le pietre della memoria che spariscono; Iannone che viene arrestato per accuse ancora da capire.
Qui qualcuno ci marcia. Qualcuno ha l'interesse ad accendere la miccia per far esplodere la situazione. L'elezione di un massone come Mario Monti, l'accanimento mediatico della stampa e, adesso, la collera della comunità ebraica nella persona di Pacifici, (uno che, tanto per intenderci, non ha mai nascosto il suo odio per la Palestina), sono segnali che depongono fortemente in tal senso: c'è un preciso piano d'azione. In più, ci vogliono fare la pelle perché, mai come ora, pensarla come la pensiamo noi è un fatto scomodo, che crea imbarazzo. La gente è stanca, stremata dall'usura finanziaria. Non può e non vuole subire oltre. Non è più disposta a credere alle parole di questi signori e volge la propria attenzione altrove. Piano piano, sta iniziando ad ascoltarci. E sente i nostri discorsi sul fallimento della società multiculturale, sui piani per l'instaurazione di un nuovo ordine mondiale, sul signoraggio, sull'usura bancaria, sull'illegittimità della causa israeliana, sul puzzo immondo del sionismo etc. Questioni legate da un sottile filo rosso, che le riporta ad un'unica matrice: quella sionista, appunto, con tutte le sue ramificazioni massoniche nell'economia e nella politica che contano.
Di fronte a tutto questo, non dobbiamo abbassare la guardia, né fare il loro gioco. Men che meno dobbiamo ripetere i vecchi errori. Bisogna mettere da parte tutte le divisioni e fare quadrato, non tanto e non solo per cercare riparo nella moltitudine, ma per intensificare gli sforzi, per far sentire più forte la nostra voce e per realizzare i nostri programmi, (di cui ho già scritto in questo blog), senza cadere nei loro tranelli. L'ora dello scontro finale sta arrivando e non possiamo farci trovare impreparati. Almeno non questa volta.  Coraggio!

Roberto Marzola.

6 commenti:

  1. Davide D'Amario15 gennaio 2012 15:08

    Condivido pienamente la tua analisi caro fratello di lotta, Riccardo Pacifici ha chiaramente lanciato un attacco all'identità dei ribelli al mondialismo, e lo ha fatto nella manier più truce, con la solita protervia della sua razza. Fare Quadrato ora, subito ... ebrei già manovrano lo scontro civile in Italia ... le guardie e gli sciacalli faranno il resto ... ora basta ... diveniam comunità in marcia!
    Davide D'Amario

    RispondiElimina
  2. Tipico... Col loro insopportabile vittimismo provocano e puntano il dito verso i cattivoni della situazione... Tremano e denunciano voi, bocche della verita' ... Ma ormai siamo in tanti a conoscere o almeno a dubitare sulle verita che ci propinano... Non possono zittirci tutti.. Non possono arrestarci tutti! Sono gli ultimi colpi di coda da parte di un popolo tremendamente razzista, subdolo e sanguinario, pieno di odio nei confronti di tutti. Le istituzioni, obbligate a dar loro retta per le promesse ricevute... Ormai non sono piu credibili... Avanti cosi!!! La verita' alla fine trionfera' ... Arriveremo alla resa dei conti! Sempre con voi. Laura maria la ele.

    RispondiElimina
  3. DISCORSI COME QUESTO DEI CARI"FRATELLI" EBREI,PIU' TUTTO QUELLO CHE COMBINANO SOTTOBANCO E DI CUI SIAMO PERFETTAMENTE AL CORRENTE,FANNO QUASI RIMPIANGERE BAFFETTO TEDESCO....OLTREMODO,VEDENDO IL LORO OPERATO E IL CCONTINUO SFRUTTARE I LORO STESSI FRATELLI DEI CAMPI DI STERMINIO,COME SCUSA,APRE UNA VISIONE COMPLETAMENTE DIVERSA,E PER MOLTI TRATTI VERITIERA,SULLE TEORIE RAZZIALI DI HIMMLER....E MI SECCA AMMETTERLO,PERCHE' NON CONDIVIDO LO STERMINIO RAZZIALE....MA IL RENDERLI IMPOTENTI A LIVELLO SOCIALE,QUELLO SI',TOGLIERGLI OGNI POTERE,FINO AL PIU' PICCOLO...LA VERA SVASTICA E' UNA STELLA E SI TROVA A ISRAELE.....

    RispondiElimina
  4. Adesso che il responsabile della sottrazione delle "pietre d'inciampo" è stato identificato, ed appare più che evidente la totale estraneità sia di CasaPound che di qualsiasi altro movimento "di destra" nella vicenda, sarebbe il caso che, tanto il Sig Pacifici, quanto tutti coloro che si sono uniti in coro alle sue minacciose ed irresponsabili parole, esprimessero le proprie scuse.
    In questa vicenda gli unici a doversi vergognare, per avere indecentemente speculato su un simile episodio, sono quelli che ogni giorno starnazzano istericamente in preda ai propri delirii antifascisti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli è andata male, caro Giorgio! Questi già avevano preparato le ghigliottine e le forche. Dovranno conservarle per la prossima volta!

      Elimina
  5. Iannone,comunque,non è stato arrestato.Il che rende ancora più grave la presenza di 50 Carabinieri dei ROS,semplicemente per tradurlo in caserma e per sequestrare un pc e qualche chiavetta USB...

    RispondiElimina